730 Precompilato 2018 Cosa Si Puo Scarica

730 Precompilato 2018 Cosa Si Puo Scarica 730 precompilato 2018 cosa si puo

Reddito di cittadinanza cosa si può pagare? e spese detraibili che il contribuente può scaricare entro la scadenza e Unico dichiarazione. Spese mediche detraibili da scaricare dalla dichiarazione redditi tramite e Unico, Detrazione Spese mediche precompilato e Unico scaricare dalle tasse, una certa percentuale delle spese sostenute nel corso del per sé o per Spese mediche cosa si può detrarre?. Detrazioni fiscali quali sono e cosa scaricare con il modello che è possibile portare in detrazione fiscale con il modello / ovvero con del modello precompilato, disponibile online dal 16 aprile Quali spese è possibile scaricare dalle tasse? nell'anno di riferimento (il per la dichiarazione dei redditi ), un reddito del modello precompilato , è bene soffermarsi su quali sono le spese da scaricare. Il 16 aprile sarà disponibile il modello precompilato sul portale Fisconline, ma solo dal 2 maggio si potrà modificare. La guida per.

Nome: 730 precompilato 2018 cosa si puo
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 66.64 MB

Per approfondire: Detrazione spese di assistenz a. Nel è possibile scaricare anche i contributi della colf o della badante: in particolare i contributi sono deducibili, anche se pagati con i voucher o col libretto famiglia, sino al limite di 1. I contributi versati alla previdenza complementare sono deducibili dal reddito sino a un massimo di 5. Di seguito, alcuni esempi delle componenti a cui possono riferirsi le opere di efficientamento energetico:.

Questa minore detrazione è confermata anche per il In sostanza, se si spendono 5mila euro per sistemare il giardino, il balcone, la terrazza, il cortile, si ha il diritto di sottrarre 1.

Nella compilazione del modello , rigo E1 colonna 2, vanno compresi tutti gli scontrini parlanti relativi a farmaci e medicinali acquistati nel Questa definizione prima di tutto obbliga il contribuente a far inserire nello scontrino della farmacia il proprio codice fiscale, ma inoltre vincola la stessa farmacia alla corretta indicazione del farmaco o del medicinale.

Per quanto riguarda la qualità del prodotto, occorre che nello scontrino sia riportata la denominazione del farmaco Risoluzione Tenendo conto delle indicazioni del Garante della privacy Provvedimento del In caso di errata compilazione, il contribuente non ha diritto alla detrazione fiscale. Le spese per prestazioni specialistiche si riferiscono alle prestazioni rese da un medico specialista nella particolare branca cui attiene la specializzazione Circolare Sono da ricomprendere tra le spese specialistiche detraibili , se eseguite in centri autorizzati e sotto la responsabilità tecnica di uno specialista, gli esami e le terapie di seguito elencati a titolo esemplificativo:.

Sono, inoltre, da ascrivere alla categoria delle spese specialistiche quelle sostenute per la redazione di una perizia medico-legale Circolare Ai fini della detrazione, quindi, non rileva la circostanza che le spese siano esenti da IVA secondo quanto chiarito con la Circolare Rientrano nella categoria delle spese sanitarie detraibili anche quelle di assistenza specifica , intendendosi per tali i compensi erogati a personale paramedico abilitato infermieri professionali , ovvero a personale autorizzato ad effettuare prestazioni sanitarie specialistiche ad esempio: prelievi ai fini di analisi, applicazioni con apparecchiature elettromedicali, esercizio di attività riabilitativa Circolare Le spese sostenute per le prestazioni sanitarie rese alla persona dalle figure professionali elencate nel DM 29 marzo , sono detraibili senza necessità di una specifica prescrizione medica ad esempio fisioterapista, dietista.

Ai fini della detrazione, il contribuente deve essere in possesso di un documento di certificazione del corrispettivo rilasciato dal professionista sanitario dal quale risulti la figura professionale che ha reso la prestazione e la descrizione della prestazione sanitaria resa. Le prestazioni del massofisioterapista sono detraibili solo se rese da soggetti che hanno conseguito entro il 17 marzo il diploma di formazione triennale.

È online il 730 precompilato. Quattro vie per vedere e scaricare il modello

La detrazione spetta a condizione che nel documento di spesa, oltre alla descrizione della figura professionale e della prestazione resa, sia attestato il possesso del diploma a tale data Circolare Le prestazioni rese da massofisioterapisti che hanno conseguito il diploma successivamente a tale data non sono detraibili, neanche in presenza di una specifica prescrizione medica.

La detrazione spetta in presenza di prescrizione medica che dimostri il collegamento tra la prestazione e la patologia per le spese relative a:. Il rispetto delle medesime condizioni è richiesto per tutte le tecniche di procreazione medicalmente assistita ad es.

La conservazione deve avvenire esclusivamente presso strutture trasfusionali pubbliche o individuate dalla disciplina vigente in materia. Tali presupposti devono risultare dalla documentazione prodotta Risoluzione Oltre alle spese relative ai farmaci o alle prestazioni sanitarie dei medici, la compilazione dei righi comprende anche molte altre spese rientranti tra le spese sanitarie.

Quando si parla di dispositivi medici si intende una categoria generica all'interno della quale sono comprese anche le protesi. Per godere della detrazione è necessario che dal documento di spesa, quindi scontrino fiscale o fattura risulti chiaramente la descrizione del prodotto acquistato e il soggetto che sostiene la spesa.

Inoltre per poter beneficiare della detrazione fiscale è necessario che nello scontrino parlante o nella fattura ci sia appositamente indicato il soggetto che sostiene la spesa e qui basta il codice fiscale del contribuente e sia descritto il dispositivo medico. In questo caso il contribuente non deve conservare anche la documentazione comprovante la conformità alle direttive europee del dispositivo medico acquistato Circolare Secondo la circolare n.

Sono detraibili anche le spese per apparecchiature mediche ad esempio macchinari di nuova generazione quali strumenti per la magnetoterapia, fasce elastiche con magneti a campo stabile, apparecchiatura per fisiokinesiterapia, apparecchio medicale per laserterapia qualora rientrino nel repertorio dei dispositivi medici CND Risoluzione La detrazione spetta anche se le predette spese mediche sono determinate applicando alla retta di ricovero una percentuale forfetaria stabilita da delibere regionali.

Esami del sangue ed altre prestazioni specialistiche. Sono comprese tra le spese detraibili anche le spese per prestazioni specialistiche e test di laboratorio come gli esami del sangue, Eag, Ecg, le risonanze magnetiche, le Tac, le radiografie, le ecografie, le dialisi, la cobaltoterapia, la iodioterapia, le sedute di neuropsichiatria e psicoterapia e le altre prestazioni specialistiche analoghe.

La chirurgia plastica invece non rientra nei casi di detraibilità. La circolare n. Protesi dentarie e sanitarie. Occhiali da vista e lenti a contatto detraibili. Se la fattura non è rilasciata direttamente occorre una attestazione del medesimo ottico sul documento che certifichi di aver eseguito la prestazione.

Lo stabilisce la circolare n. Liquido per lenti a contatto detraibile. La soluzione salina per la pulizia e la conservazione delle lenti a contatto rientra infatti tra i dispositivi medici ammessi alla detrazione, come evidenziato dal ministero della Salute circolare n. Acquisto o noleggio di attrezzature sanitarie. Per fruire della detrazione è necessario che dalla certificazione fiscale scontrino fiscale o fattura risulti chiaramente la descrizione del prodotto acquistato e il soggetto che sostiene la spesa.

In linea generale, si considerano protesi non solo le sostituzioni di un organo naturale o di parti dello stesso, ma anche i mezzi correttivi o ausiliari di un organo carente o menomato nella sua funzionalità Circolare La detrazione fiscale spetta anche per prestazioni chirurgiche, incluso il trapianto di organ i, e ricoveri collegati a interventi chirurgici, nonché ricoveri per degenze.

Le principali novità del 2019

Le spese chirurgiche sono quelle direttamente imputabili ad interventi chirurgici veri e propri, ivi compresi quelli di piccola chirurgia , che possono essere eseguiti anche soltanto ambulatorialmente cosiddetto day hospital da parte di un medico chirurgo, con anestesia locale e senza necessità di alcuna degenza. Per poter essere detraibili le spese devono essere sostenute per interventi chirurgici ritenuti necessari per un recupero della normalità sanitaria e funzionale della persona ovvero per interventi tesi a riparare inestetismi, sia congeniti sia talvolta dovuti ad eventi pregressi di vario genere es.

Inoltre, come già detto precedentemente, anche se non in connessione con un intervento chirurgico, sono detraibili le spese o rette di degenza e le spese di cura. Circolare Infine, non rientrano tra le spese detraibili quelle sostenute per il trasporto in ambulanza , mentre lo sono le prestazioni di assistenza medica effettuate durante il trasporto Circolare Sono detraibili anche le spese sanitarie relative a patologie esenti dalla partecipazione alla spesa sanitaria pubblica rigo E1 colonna 1 del quadro E — Oneri e spese del modello Le patologie malattie croniche e invalidanti , che danno diritto alla esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate, sono individuate dal DM n.

Per stabilire la connessione tra la spesa sostenuta e la patologia esente è necessaria una documentazione medica ovvero una autocertificazione che attesti il possesso della certificazione medica.

Detrazione affitto modello 730/2018: istruzioni, limiti e requisiti

I documenti giustificativi delle spese possono essere intestati indifferentemente al soggetto affetto dalla patologia ovvero al familiare che ha sostenuto le spese. Nel modello c'è la possibilità di dichiarare anche le spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti Rigo E2 , ai sensi dell'art.

Limite di detraibilità. Documentazione utile.

Detrazioni fiscali 2019, cosa si può scaricare dalle tasse

Se il soggetto affetto dalla patologia non ha presentato alcuna dichiarazione non essendovi tenuto , è necessaria la seguente documentazione:.

Per i dati che devono essere riportati nello scontrino fiscale valgono le stesse indicazioni fornite con riferimento alle spese mediche rigo E1 natura, qualità, ecc. Nelle istruzioni del modello , relativo all'anno d'imposta , sono indicate tutte le informazioni utili alla compilazione del quadro E- Oneri e spese. I righi E1 ed E2 del quadro E riguardano le spese sanitarie e le spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti.

Vediamo le modalità di compilazione.

Rigo E1 del — Spese sanitarie: colonna 2. Si tratta del limite delle spese mediche che non è detraibile, già annunciato in precedenza. Tale importo di ,11 euro le vecchie Questa è la cifra che si recupera.

Lo scontrino parlante della farmacia per i medicinali. Le spese sanitarie per patologie esenti vanno indicate in colonna 1. Le spese indicate in questa colonna non possono essere comprese tra quelle indicate in colonna 2. E qui il riferimento è al rigo E2 del quadro E del modello Chi presenta il modello è percettore di un reddito, ovviamente. Rigo E2 — Spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti.

Nulla è cambiato nel modello rispetto a quello dell'anno precedente.

Come indicare le spese sanitarie nel congiunto : Le spese mediche vanno indicate per ciascuno dei coniugi in maniera separata e tenendo conto della franchigia. L'unico vantaggio del congiunto è quello di poter presentare il modello per entrambi i coniugi ma le posizioni fiscali sono separate, ivi compreso il calcolo delle spese mediche detraibili.

Di tutte le spese mediche e sanitarie elencate sopra il contribuente deve conservare la documentazione comprovante la spesa sostenuta. E deve farlo per 4 esercizi oltre quello di presentazione della dichiarazione dei redditi quindi nel caso del modello , la documentazione va conservata fino al Detrazione spese mediche rimborsate da assicurazione e altri.

Possono, invece, essere indicate le spese rimaste a carico del contribuente , come per esempio:. L'Agenzia delle Entrate ha stabilito che "Per poter esercitare il diritto alla detrazione di spese sanitarie è necessario che le stesse siano state effettivamente sostenute e quindi rimaste a carico del contribuente.

Si considerano rimaste a carico anche le spese sanitarie rimborsate:. I contributi sono riportati al punto della CU In questi casi è comunque ammessa in detrazione la differenza tra la spesa sostenuta e la quota rimborsata. La presenza di tali contributi versati in misura eccedente è desumibile dal punto della CU Nel caso di contributi deducibili in quanto versati dal pensionato a Casse di assistenza sanitaria istituite da appositi accordi collettivi, che prevedono la possibilità per gli ex lavoratori di rimanervi iscritti anche dopo la cessazione del rapporto di lavoro, continuando a corrispondere in proprio il contributo previsto, anche per i familiari fiscalmente non a carico, senza alcun onere per il datore di lavoro Risoluzione Documentazione in lingua straniera, necessaria la traduzione.

Se la documentazione sanitaria è in lingua originale, va corredata da una traduzione in italiano. In alcuni casi è necessario acquistare molti farmaci e dispositivi sanitari prima di ottenere un risultato.

In altri casi è necessario invece un lungo percorso riabilitativo con uno specialista del settore. In entrambi gli scenari puoi richiedere la detrazione per le spese mediche per ottenere un rimborso. Puoi detrarre le spese sanitarie compiute per te, per il coniuge, per i figli e tutti gli altri familiari a tuo carico articolo del codice civile.

Tra questi figurano:. Il coniuge, i figli e gli altri suddetti familiari si intendono a tuo carico se non hanno reddito o se, pur avendolo, non supera i 2.

Se supera questo limite, il familiare non é più a tuo carico e quindi non puoi scaricarne le spese. Il principio per la detraibilità stabilisce che le prestazioni eseguite dai vari professionisti fisioterapisti, biologi nutrizionisti, ecc.

Tuttavia, se una prestazione di osteopatia é resa da un iscritto alle professioni sanitarie riconosciute, allora la spesa è detraibile. Nessuna norma menziona un tetto massimo massimale entro cui é possibile scaricare le spese sanitarie.

La franchigia é pari a ,11 euro : se quindi le spese sanitarie detraibili non raggiungono questa somma, non puoi scaricarle. Hai quindi diritto a una detrazione pari a In questo caso quindi, devi dividere 3.

Solo per i familiari non a tuo carico vige un preciso limite. Significa che su una spesa sanitaria di euro, hai diritto a un rimborso IRPEF di 19 euro che riceverai sulla tua busta paga.